Username:

Password:

 

 

 

 

Varie verità su tutte le più grandi mistificazioni degli ultimi duemila anni, più ulteriori amenità (Rosacroce, Templari, Graal, Rennes-Le-Château).

Rosslyn chapel

Nel cuore della Scozia, il paesino dove è avvenuto con successo il primo esperimento di clonazione animale (la pecora Dolly) ospita anche uno dei luoghi più famosi (se non il più famoso) per gli appassionati di esoterismo: la cappella dei Saint-Clair.

 

Città scozzese dal nome gaelico (Ros=“dirupo”, Lyn=“acqua che scorre”), legata quindi a doppio filo con la storia dei Celti, che già consideravano Rosslyn una località sacra. In più, con un sito particolarmente noto a coloro che seguono la storia dei cavalieri del Tempio: la famosa Cappella fatta costruire dal Conte William di St. Clair (o Sinclair) dove le croci templari sono presenti in quantità.

 

Sembra il luogo giusto per custodire nei secoli un importante segreto; nasconde molte reminescenze di antichi culti babilonesi ed egizi, richiami alla cultura celtica e scandinava, fino alle più recenti mistiche di tradizione ebraica e cristiana. Strano, se si pensa che nacque come luogo per ospitare la sepoltura “cristiana” del conte — qui sepolto — e fu costruita in soli quattro anni tra l’equinozio d’autunno del 1446 e lo stesso 21 settembre del 1450.

 

Ammirata e citata da Walter Scott, William Wordsworth e Lord Byron, la Rosslyn Chapel fu eretta da Sir William Sinclair, terzo e ultimo Principe delle Orcadi, alto esponente della Massoneria e amante della cultura ermetica; egli era anche un discendente del St.Clair che partecipò alla prima crociata contribuendo alla nascita dei Templari. Dopo la morte di Sir William, suo figlio Oliver proseguì parte dei lavori di completamento della cappella. All’epoca della Riforma, la cappella fu abbandonata: a Roslin si dice che gli abitanti del villaggio misero in salvo le statue che adornavano la cappella, portandole via e nascondendole tanto bene da fare in modo che non fossero mai più ritrovate. Solo negli anni successivi gli eredi di William Sinclair riaprirono la cappella e cominciarono a ristrutturarla. Dal 1997 l’edificio è ricoperto in parte da una struttura di acciaio che ne protegge il tetto e che permette ai visitatori di ammirare da vicino i particolari esterni.

 

La Rosslyn Chapel, detta anche Collegiata di San Matteo, è riccamente decorata con simboli biblici, massonici, pagani e appartenenti alla tradizione dei templari. Elementi decorativi rappresentanti scene della vita di Gesù si incrociano con figure umane, angeli, margherite, rose, gigli, stelle, foglie, piante di mais (uno dei misteri della cappella dal momento che al tempo della sua costruzione il mais non era stato ancora scoperto: si racconta che Henry St. Clair, nonno di William, abbia raggiunto prima di Cristoforo Colombo, assieme a Sir James Gunn of Clyth e al veneziano Antonio Zeno, le coste americane) e “green men”, uomini verdi, considerati figure mitologiche pagane (a Rosslyn ce ne dovrebbero essere 109, nascosti tra le varie sculture), elementi che non si trovano in nessun’altra cappella risalente al XV secolo.

La Rosslyn Chapel è stata da sempre indicata come uno dei luoghi più misteriosi di tutta l’Europa del nord: la leggenda racconta che Sir William la costruì servendosi di templari travestiti da scalpellini, quegli stessi templari che erano sfuggiti alla persecuzione del 1307. Si sa inoltre che sotto la cappella sono custoditi i resti di diciannove signori Sinclair, sepolti senza bara e ricoperti della propria armatura, ma nessuno è entrato nei sotterranei di Rosslyn dal 1650-1652.

 

Circolano varie leggende su Rosslyn: qualcuno sostiene che qui si celi un segno segreto che, una volta decifrato, rivelerebbe l’ubicazione del Santo Graal (ma si fa presente che a Rosslyn ci sono milioni di piccoli ‘Graal’: le croci dentellate presenti sullo stemma della dinastia Sinclair, sono dette “engrailed crosses”); altri che a Rosslyn sia sepolto il tesoro dei Templari; altri ancora che da qui si diramano “lay lines”, linee di energia che attraversano la Gran Bretagna.

 

Secondo la leggenda più famosa, il Graal è custodito all’interno della Colonna dell’Apprendista (immagine in alto), in uno scrigno di piombo.

 

Le leggende che circolano su Rosslyn sono spesso arricchite dalla presenza di fantasmi, in particolare dalle figure di un cavaliere nero e di una dama bianca, entrambi, si racconta, frequentano le rovine del vicino castello di Roslin, di monaci e di templari. Si racconta inoltre che ogni volta che un discendente del Principe delle Orcadi muore, la cappella appare avvolta dalle fiamme, un fenomeno che Walter Scott descrive nel poema “Il Lamento dell’Ultimo Menestrello”.

Ci sono inoltre coloro che affermano che la Rosslyn Chapel riproduca la pianta del Tempio di Salomone a Gerusalemme, e, per provarlo, indicano come la Colonna dell’Apprendista, la colonna più ornata di tutta la cappella e rappresentante figure tratte dalla mitologia nordica, e la Colonna del Maestro rappresentino le colonne di Boaz e Jachin situate nel Tempio di Salomone, ma citano anche la storia dell’Apprendista (un capomastro invidioso uccise l’apprendista che lo superò in bravura nella costruzione della più bella colonna della Cappella) accostandola alla leggenda massonica di Hiram Abiff, architetto del re Salomone, ucciso da tre compagni perché negava loro l’avanzamento al grado di maestro. Attenti visitatori potranno scoprire tra le altre sculture anche ritratti dell’Apprendista, di sua madre e del Maestro.

 

Cospirazionisti, romantici e fan di Dan Brown si recano ogni giorno entusiasti a Rosslyn, ma gli storici locali, rifiutando le varie teorie sulla Cappella, fanno loro notare che “Il Codice Da Vinci” non è altro che un puzzle abilmente costruito studiando volumi e volumi di leggende sul Santo Graal.

Che “Il Codice Da Vinci” sia un romanzo fantastico poco importa: al negozio di souvenir accanto alla cappella assicurano che turisti a Rosslyn ce ne sono sempre stati, e annunciano che la troupe del film tratto dal romanzo di Dan Brown, e che avrà come protagonisti Audrey Tatou, nel ruolo di Sophie Neveu, e Tom Hanks, in quello del professor Robert Langdon, abbia fatto un sopralluogo a Rosslyn prima di girare.

 

Come raggiungere la Rosslyn Chapel

 

In autobus: dal centro di Edimburgo (St Andrews Square), prendere l’autobus (linea Lothian Buses) 15A e scendere a Roslin all’ultima fermata sulla Main Street, prima dell’Olde Original Rosslyn Hotel. Seguire poi la segnaletica. L’autobus impiega circa 40 minuti per raggiungere il villaggio di Roslin e il costo di un biglietto giornaliero è di £2.00. L’ingresso alla Rosslyn Chapel è di £5.00.

In macchina: Uscire da Edimburgo dirigendosi in direzione sud verso il villaggio di Penicuik, imboccando la A701. Dopo l’uscita per Bilston girare a sinistra alla prima rotatoria ed entrare nel villaggio di Roslin. Seguire la segnaletica. È possibile parcheggiare non lontano dalla Cappella.

 

Dove pernottare

 

Olde Original Rosslyn Hotel

Main Street, Roslin, Midlothian, Scotland

EH25 9LE

Telefono: +44 0870 7522235

 

The Roslin Glen Hotel

2 Penicuik Road, Roslin, Midlothian, Scotland

EH25 9LH

Telefono: +44 (0) 131 440 2029

 

Links

www.rosslynchapel.org.uk, il sito ufficiale della Cappella, con tanto di negozio di merchandising online...

www.rosslyntemplars.org.uk/introduction.htm, il sito dei “Templari di Rosslyn”

Bibliografia essenziale su decine di secoli di misteri.

Il MegaDizionario online dell’Esoterismo.

Il filmato (in Flash, di quasi 20 minuti) con la vera storia del Priorato.

Da scaricare:
storia e mito dei Templari (formato PDF);
“visione ebionita”, Desposyni, lista dei Priori, ricostruzione della truffa (formato PDF);
«Aspetti di modernità dell’economia finanziaria in epoca Templare» (saggio in formato PDF - gentile concessione di Ivan Osokin da Istanbul).

Questo sito sostiene NoTerror: se sei un credente, per favore guarda lo spot e rifletti...